Lunedi 21 siamo su Rai Radio1 ore 18.00
giorni, ore, minuti, secondi

Blog

7 alimenti dannosi che dovresti sempre evitare

7 Alimenti Che Dovresti Sempre Evitare

Ecco 7 alimenti che sarebbe meglio evitare per il tuo benessere. Non è assolutamente un elenco esaustivo ma, se tutta l’umanità, da oggi, seguisse queste semplici indicazioni, ci sarebbero risvolti assai interessanti a livello sia di impatto ambientale che di salute. Chissà, magari un giorno avremo l’onore…

 

Patatine fritte e frittura dei ristoranti

I ristoranti utilizzano oli poco salutari per il tuo fegato come l’olio di palma. Inoltre gli oli vengono utilizzati per diverse fritture. La frittura genera l’acrilamide, riconosciuto come un elemento cancerogeno. Quindi niente patatine del Macdonald’s (ma non solo quelle), frittura dei ristoranti, patatine surgelate e quelle in busta vendute nei negozi.

 

Bevande gassate

Apportano solo sostanze di sintesi, zucchero bianco sbiancato, dannoso per il tuo sistema immunitario. Puoi approfondire l’argomento leggendo Perché lo zucchero ubriaca il tuo sistema immunitario?

Non c’è nessun motivo per bere questi liquidi inutili e inquinanti dell’ambiente. Infatti per fare una lattina ci vogliono sei mesi a partire dall’estrazione della bauxite in Australia (con processo devastante per l’ambiente), poi il trasporto nella lontana Inghilterra per essere lavorata e trasformata in lattina.

Infine, a destinazione nel supermercato e nelle mani di un consumatore. Sei mesi fra lavorazione e trasferimento dall’Australia alla tua bocca e solo 5 minuti per berne il contenuto tossico e acidificante per il tuo corpo e buttare la lattina vuota. Non ha senso. In fondo che male ci ha fatto l’acqua?

 

Merendine  industriali e alimenti con oli idrogenati

Gli oli idrogenati sono dannosi per l’organismo e giovano solo al produttore che tiene una merendina nei bancali in magazzino per mesi senza che si deteriori o perda la sua morbidezza. In merito a questo argomento puoi leggere Mamma, attenta ai grassi idrogenati!

 

Scatolame

Tutto ciò che c’è in scatola è un cibo morto e senza vitalità.

 

Carne, wurstel e carne di cui non si capisce la provenienza!

La carne è contro natura. Ma se proprio vogliamo fare una distinzione almeno evita tutto ciò che è fatto con gli scarti come i wurstel e la carne in scatola. Fra i due mali almeno scegli il minore.

 

Dolci pieni zeppi di additivi

La maggioranza dei dolci sono stracarichi non solo di zucchero bianco ma anche di sostanze di sintesi e tossiche come i coloranti e i conservanti. Leggi le etichette ed evita le sigle come E230, E243… Per fortuna puoi preparare dei meravigliosi dolci in casa. Gli additivi possono restare sugli scaffali. Per saperne di più puoi leggere La corretta alimentazione e gli additivi alimentari.

 

Latte e formaggio da allevamento intensivo

Anche qui vale lo stesso discorso della carne. Ma se proprio vuoi ogni tanto mangiare del formaggio, evita tutto ciò che proviene dal girone infernale dell’intensivo. Altrimenti immetterai nel corpo antibiotici, ormoni, pus e favorirai lo sfruttamento di meravigliose creature come le mucche.

 

Come posso saperne di più sul mondo dell’infanzia secondo natura?

Scarica il testo gratuito Permetti a tuo figlio di crescere felice. Scoprirai all’interno le 7 pozioni magiche di Grande Puffo che tu aiuteranno crescere tuo figlio sereno e in salute.

  1. luisaluisa12-15-2011

    Allora scusatemi e spiegatemi se una persona, in buona diciamo in discreta salute non e’ vegetariana, magari non desidera diventarlo seduta stante che cosa secondo voi deve mangiare. fermo restando che pochi – sapendo che sono nocivi- mangiano wurstels patate unte e via discorrendo. Ma tante cose in scatola, di buona qualita’ – ci sono anche bio – si mangiano molte volte al mese. A me la frutta piace poco e soprattutto non la considero un pasto, che cosa dovrei fare? Non sono sovrappeso, non sono debole, non sono immunodepressa, non soffro di disturbi ricorrenti.
    Lettera firmata Laura Luisa C.

    • antonioantonio12-15-2011

      Ciao Laura, sono d’accordo pienamente con il tuo intervento. Per tutti noi cresciuti nell’industrializzazione di massa e nelle continue proposte commerciali non è facile cambiare la propria visione sull’alimentazione; di sicuro non sarò io a cercare di convincerti se qualcosa fa male o da bene. Per formazione professionale tendo a guardare la natura e a trarre la verità da essa. Peccato per tutti noi che ha volte ciò che la natura indica è lontano anni luce dalle nostre abitudini. Per esempio se consideriamo l’anatomia dei carnivori, onnivori, erbivori e frugivori l’uomo è totalmente simile a questi ultimi. Per approfondire puoi vedere i dettagli qui: http://www.anptraining.net/2011/11/l%E2%80%99uomo-e-onnivoro-carnivoro-o-vegetariano/. Ovviamente i contenuti del video sono stati appurati da biologi e ricercatori. Inoltre ci sarebbero altri aspetti come le reazioni del nostro sistema immunitario ai cibi animali. Quindi non si tratta di non desiderare di diventare vegetariani ma è la natura stessa che ci ha creati mangiatori di vegetali, in particolari crudi. C’è da mettere in conto anche l’inquinamento generato dagli allevamenti e gli sprechi di cibo. Per esempio ogni 20-30 kili di cereali si ottiene 1 solo kilo di carne di vitello. Con il passare del tempo l’uomo si è sempre più allontanato dalle sue origini. Se togliamo gli alimenti destritti in questo post restano le tantissime varietà di frutta e di verdura freschi, alimenti meravigliosi per il nostro corpo. Poi ci sono i cereali semi-integrali o integrali e i legumi. Riguardo al gusto oggi non siamo più abituati alla frutta a causa degli alimenti manipolati che alterano il nostro senso del gusto. Spero vivamente di essere stato chiaro Laura, e, se in qualsiasi momento, volessi approfondire questo affascinante quanto contorto argomento non hai che da chiedere. A presto

      • AlessandroAlessandro12-15-2011

        Innanzitutto credo sia opportuno cambiare, il nostro modo di assumere il cibo, maggiore attenzione, abbondante masticazione, qualcosa si sta sacrificando per darci energia, facciamolo con dignità e rispetto verso quel qualcosa assumendola in noi affinchè diventi qualcosa di inscindibile con il nostro corpo. Da qui si può partire a capire quali alimenti ci sono più consoni, sono preferibili cereali e vegetali, per chi è in grado di assimilarli, ma non tutti possono; non entro nel merito del punto di vista spirituale, per cui in molti casi si afferma che i vegeteriani non si cibano di morte … ma la pianta non è un essere? chi ci dice che non soffra, ebbene credo che anche la pianta sia un essere gentile e cibandomene, sarei un cieco spirituale, se affermassi … non mi cibo della morte … questo non è possibile, quindi una concezione di rispetto e ringraziamento, è il minimo che possiamo fare, un alimentazione cosciente e limitata al bisogno, già apre un nuovo modo di intendere la vita e di conseguenza la sua relazione con la morte.

  2. DANILODANILO12-15-2011

    Mi sembra alquanto superficiale asserire che tutti i Ristoranti usino oli scadenti….. Danilo

  3. giovannigiovanni12-15-2011

    al di là del punto di vista etico morale, la dieta andrebbe fatta in base al proprio gruppo sanguigno, infatti tante persone assimilano carne molto più di altre persone

    • antonioantonio12-15-2011

      Purtroppo la dieta dei gruppi sangiugni ha diversi punti deboli e soprattutto non è in linea con la natura dell’uomo in quanto la carne causa la reazione del sistema immunitario (leucocitosi) per tutti, apporta acidi grassi saturi dannosi, acidifica il sangue per tutti i gruppi sanguigni, e infine, nessun gruppo sanguigno possiede l’enzima uricasi necessario per la digestione dell’acido urico della carne che invece possiedono i carnivori e gli onnivori.

  4. walterwalter12-15-2011

    sono vegetariano da 4 anni, oltre che x la qualità della carne che è veramente discutibile, il mio è stato un atto di pace serena con il mondo animale non mi va di ucciderli e mangiarmeli, questo non significa che tutti devono essere vegetariani, ma penso che x 80% della nostra alimentazione lo dovrebbe essere, seguo il mio intuito e sono spregiudicato a credere che il mondo sarebbe migliore se mangiasse meglio, coltivasse meglio, inquinerebbe molto meno e la fame nel mondo… bè non ci sarebbe se fossimo cosi superficiali e egoisti… ah dimenticavo le malattie e di gente malata ce n’è tanta….come mai ??? ciao e buon appetito a tutti

  5. susysusy12-16-2011

    Beh, che i latticini e derivati e la carne fanno più male che bene oramai è chiarissimo per la scienza, la medicina e i risultati tangibili sulla salute. Chi si nutre di vegetali (bio, no supermercato) cereali, legumi vive più a lungo e non si ammala. In più per produrre carne e latticini si inquina moltissimo.
    Consiglio: mangiate verdura stagionale a km zero farete un favore a voi e a tutti. Cucinate semplice, non comprate insalate in busta, cibi pronti, sfoglie e frolle con la VELENOSISSIMA farina OO. Compratevi invece dell’ultimo telefonino un bel mulino da casa (fidibus 250 €) e macinatevi il vostro grano in 3 secondi, fatevi il pane e i dolci voi, sono più buoni e più sani. Formaggi solo parmigiano reggiano e capra. Frutta secca, noci e mandorle. Se poi qualche volta vi vien voglia di carne un pò di carne bianca (giusto quella volta al mese). Non ce la fate a rinunciare alle porcate della grande distribuzione? Auguri

  6. Marco FardinMarco Fardin12-16-2011

    Salve a tutti. Il punto di partenza dalla Natura deve essere la stella polare: questo perché qualsiasi teoria perde la connessione con la reale esigenza della persona e dell’ambiente, se è astratta dalla fisiologia (da physis, ciò che è, natura, essenza). Un aspetto che non è stato sinora preso in considerazione è la sequenza dei cibi nel pasto. Quella usuale (primo, secondo, contorno, frutta, dolce) va esattamente all’incontrario rispetto alla capacità digestiva. Per essere in linea con la digestione l’ordine ideale è: frutta, verdura cruda (abbondante insalata, carciofi, finocchi, ecc.), semi (mandorle, noci, pinoli, ecc.), verdura cotta, primo, secondo, dolce. Mangiando in questo modo, diciamo che giunti al primo (di solito cereali e/o legumi) si è completamente sazi e si digerisce in metà tempo, avendo mangiato soprattutto crudo (a volte si è già sazi con i semi). [Ho tratto queste informazioni da una conferenza del dr. Cocca]. La battaglia contro i cibi spazzatura può causare delle reazioni (di solito si mangia ciò che è proibito). Più si è in contatto con se stessi, più si evitano spontaneamente le cose che danneggiano. Ma l’ignoranza non è una benedizione, ed è per questo che è importante la consapevolezza degli alimenti.

  7. MaXMaX12-16-2011

    Avete già detto tutto, che dire di più :) ?
    Solo alcune precisazioni: condivido il fatto, per chi non riesce a farne a meno, di consumare latticini non di provenienza intensiva. Prediligere formaggi d’alpeggio o cmq fatti con latte crudo non pastorizzato (come appunto i formaggi d’alpeggio). In questo modo il calcio sarà assimilabile. Eviterei il più possibile il parmigiano reggiano in quanto, benchè migliore del grana padano, è l’alimento che acidifica di più in assoluto.
    Per la carne invece fatico molto di più ad accettare compromessi: si uccide, s’inquina e soprattutto ci fa male! Fa male anche al gruppo sanguigno 0 perchè, come fa notare Antonio, il sangue si acidifica… sempre! Alla faccia di D’Adamo e Sears che non prendono affatto in considerazione questo aspetto. Non dimentichiamoci che anche i cereali acidificano per cui, se non si riequilibria con frutta e verdura che, tranne rare eccezioni, alcalinizzano, andremo incontro a problemi di salute. Purtroppo gli effetti più gravi non sono immediati. Quindi non importa quale carne mangiare, se rossa (grigia), bianca o pesce: fa sempre male! Non è NATURALE per l’essere umano. In un epoca dove non manca nulla chi ci obbliga ad avvelenarci con proteine animali? Non dobbiamo sopravvivere ad un’era glaciale o a rigidi inverni in cui manca frutta e verdura. Abbiamo tutto a nostra disposizione. Dobbiamo solo riuscire a distaccarci dai consigli per gli acquisti, dalle tradizioni socio-culturali, dalle emozioni legate a questi cibi che ogni individuo potrebbe avere. Non è facile, me ne rendo conto, credo sia un fattore evolutivo. Personalmente ho la fissa di proporre la visione del documentario “Earthlings”. Pur non mangiando carne da parecchio tempo, da quando ho visto questo film ho cambiato rappresentazione mentale di fronte ad una bistecca: ora la vedo come un pezzo di cadavere, mi fa letteralmente schifo! Abbiate coraggio, guardatevi “Earthlings”, potreste cominciare a considerare la frutta come un vero pasto ;)

    • antonioantonio12-16-2011

      si massimo, su ciò che scrivi c’è poco da aggiungere. Per il discorso carne nonostante il mio lavoro e le scelte personali a volte nei post cerco di allargare il raggio degli alimenti per non sembrare troppo integralista :-)
      Almeno nella fase di transizione o passaggio si può trovare un compromesso, ma dopo un pò di adattamento non ci sono più scuse .-) a presto e grazie

  8. Marco FardinMarco Fardin12-19-2011

    Volevo fare un’integrazione al mio precedente commento. Sicuramente la cottura degli alimenti, che è vista come un fattore evolutivo (e in qualche modo lo è), ha coinciso con la caduta in consapevolezza della specie umana databile a circa 11.000 anni fa. L’uomo fruttariano apparteneva all’era neolitica, in cui sia la struttura fisica sia la struttura spirituale erano nettamente più avanzate delle attuali. Si trattava di un “uomo del futuro” rispetto a noi. Una dieta al 100% crudista è il punto di arrivo (o di partenza) di un uomo pienamente consapevole. In questa fase transitoria possiamo vedere le cose che non vanno, ma anche segnali di grande cambiamento. Grazie

    • valentinavalentina12-21-2011

      vi racconto in breve i passi che mi hanno fatto fare il grande salto da onnivora a vegetariana in 2 mesi e mezzo :)
      1) leggendo per caso un blog come questo, e non ero affatto d’accordo con l’autore (ma sicuramente ho iniziato a riflettere seriamente)
      2) iniziando a capire che mangiare carne è sinonimo di ingerire farmaci di cui il mio corpo non ha bisogno
      3) grazie all’esempio di mia cognata, che è vegetariana da 15 anni a questa parte, e da pochi mesi è passata al veganesimo (ma non ha mai fatto “pressing”)
      Quello che voglio dire è che l’informazione è importante, gli onnivori che hanno letto e commentato questo post inizieranno sicuramente a pensare a come affrontare una dieta diversa (e questo è il primo passo)… io ho scelto di diventare vegetariana per una questione maggiormente salutista, anche se è sicuramente affiancata dall’amore per gli esseri viventi! e son veg da soli 20 giorni, poco prima di Natale che con le tradizioni romagnole si mangiano i cappelletti in brodo!!! Ma non bisogna sforzarsi a non mangiar carne e pesce da un giorno all’altro, io inizialmente ho tolto le carni rosse perchè ho sempre preferito le bianche, e dopo 1 mese e mezzo ho capito che era giunto il momento di fare il grande passo, non riesco più a mangiare carni…NON E’ UN SACRIFICIO IL MIO, ma piuttosto una scelta consapevole :)

      • antonioantonio12-22-2011

        Giorno dopo giorno, per motivi salutistici, etici, ambientali, a volte in maniera forzosa (come in caso di malattia), le persone che scelgono di non consumare prodotti animali aumentano sempre più. La cosa più importante è che non si stanno staccando dal modello societario attuale ma stiamo tutti ri-tornando alle nostre origini di fruttariani e frugivori. Questà verità può essere calunniata e rivoltata in infiniti modi, ma alla fine, è quella che inevitabilmente, con il risveglio della consapevolezza, sta prendendo sempre più piede e lo sarà ancor di più nei prossimi anni. Puoi entrare in reazione e arrabbiarti “perchè non è affatto così”. Non cambia nulla. La verità rimane sempre la verità. Siamo noi che la oscuriamo e/o la ignoriamo.

  9. SabriSabri12-22-2011

    Io sono d’accordissimo su tutti i punti eccetto uno.
    I cibi da mangiare che fanno bene Luisa ce ne sono tantissimi. Tuttissimi. Tutti i cibi che hanno mangiato i nostri nonni, frutta, verdura, legumi, pesce e carne magre magari..
    Io NON sono d’accordo sul punto che la carne sia contro natura. E’ contronatura questo sfruttamento becero degli allevamenti, e del gran cibo buttato purtroppo, e questo sfruttamento crea anidride carbonica e deforestazione e Ogm, però l’uomo mangia carne da circa 2 milioni di anni, dal paleolitico, mica da 100 anni. E tantissimi animali mangiano carne…e noi siamo mammiferi onnivori. Per cui tanto contro natura non è…
    Poi che uno scelga di non mangiarla perchè ama davvero gli animali, tanto di cappello, è un motivo piu che sufficiente.

    • antonioantonio12-22-2011

      Sabrina, purtroppo che l’uomo sia un onnivoro è solo una bufala…purtroppo per tutti noi. Infatti non abbiamo assolutamente, per anatomia comparata, lo stesso meccanismo digestivo degli onnivori come l’orso. Puoi approfondire con questo video dove, brevemente troverai tutte le sfumature che dimostrano, in maniera assoluta e inequivocabile, che l’uomo non è fatto per mangiare carne: http://www.anptraining.net/2011/11/l%E2%80%99uomo-e-onnivoro-carnivoro-o-vegetariano/
      Grazie e alla prossima.

      • SabriSabri12-22-2011

        scusa, io amo tantissimo la paleontologia, amatoriale.. ma non dimentichiamo le scene di caccia, innumerevoli, trovate nelle caverne, che risalgono da 2 milioni di anni fino a poche decine di secoli fa..
        Non dimentichiamo i numerossissimi reperti archeologici delle armi di caccia dei nostri antenati primitivi.
        Non dimentichiamo gli scheletri ritrovati, i crani e i denti che dimostrano che l’uomo mangia carne da 2 milioni di anni. E se cerchi le foto su internet vedrai che assomigliava molto alla scimmia l’uomo del neolitico. I fruttariani erano scimmie.. Sai che ci sono tantissime razze di scimmie che mangiano proteine animali? Sai che c’è una razza di gorilla che fa la caccia alle scimmie e le mangia? Purtroppo non le vedremo mai, ma si evolveranno anche loro…come l’uomo? chissà…le proteine hanno fatto cresce il cervello..

        • antonioantonio12-23-2011

          Si Sabrina per le armi ritrovate e le scene di caccia, purtroppo questo non significa che l’uomo sia preposto a mangiare carne. Sulla base di questa costatazione è addirittura nata la paleo-dieta che prevede il consumo di carne. Il nostro corpo rimane quello di un frugivoro. Questo non può essere negato. Se poi l’uomo per vari motivi ha cominciato a consumare carne successivamente questo non significa che la natura lo ha creato carnivoro altrimenti avremmo tutti la saliva e l’l’urina acide come i carnivori, avremo degli artigli, la placenta come i carnivori o gli onnivori, l’intestino simile al loro, un temperamento da predatore, denti aguzzi, una mascella che si muove solo verticalmente mentre la nostra (dei frugivori e anche degli erbivori) si muove lateralmente e non è fatta per strappare carne cruda, ma per masticare, ecc.. Per approfondire questo argomento invito a guardare il video http://www.anptraining.net/2011/11/l%E2%80%99uomo-e-onnivoro-carnivoro-o-vegetariano/. Stesso discorso per la cottura. La scoperta del fuoco ha portato innumerevoli vantaggi, ma cuocere il cibo non è spesso un vantaggio perchè fa perdere la maggioranza delle sostanze nutritive contenute e degli enzimi autodigestivi provocando un affaticamento del corpo durante la digestione. Se fossimo carnivori, per natura, dovremmo essere in grado di cacciare a mani nude e consumare la carne cruda senza manipolarla con cottura o aggiunta di altre sostanze. Per altri approfondimenti puoi leggere le ricerche su questo post http://www.anptraining.net/2011/07/7-prove-che-la-carne-fa-male-1-video/ in particolare quella del dott. Kautchakoff in seguito alle quali lui stesso mangiò per il resto della sua vita solo vegetali crudi. Anche oggi l’uomo produce cibo industriale, raffinato e super-manipolato.. ma non siamo affatto preposti a mangiarlo… Per il discorso delle proteine sono presenti in tutti i vegetali e in quantità giusta per l’uomo proprio come la B12, la bestia nera (o almeno ci hanno fatto credere) dei vegetariani. Inoltre il nostro corpo, e questo è un aspetto spesso trascurato, è in grado di sintetizzare tutto ciò che gli serve dai vegetali. Per esempio una mela fornisce molti amminoacidi che il corpo utilizza per la sintesi delle proteine. Ci sintonizziamo per altre delucidazioni ;-)

          • SabriSabri12-23-2011

            ciao, io sono d’accordissimo su tante cose che hai detto. Il cibo cotto è cibo morto come scrisse qualcuno, sono d’accordo che le porcherie industriali fanno malissimo, apposta cancro, obesità, diabete ecc farà la selezione naturale anche sull’uomo. Abbiamo anche imparato a cuocere la carne, diversa quindi da quella che mangiavano i nostri cari antinati migliaia di anni fa. Oggi la carne non la si puo certo mangiare cruda, perchè abbiam modificato il pianeta e lo abbiamo inquinato. Ma Non puoi paragonare l’uomo al leone. L’uomo è ONNIVORO NON CARNIVORO. Per cui la dinamica fisica e dei denti è da onnivoro. Sai l’evoluzione in quanto avviene? Ossia un animale per evolversi perde la coda, o impara a volare, per farti capire, in un milione di anni. L’uomo mangia ANCHE la carne da molto piu tempo. Sono d’accordo con chi vuol essere vegano, d’accordissimo, ma ribadisco non sul punto che mangiar carne è contro natura per l’uomo perchè la paleontologia dice il contrario. Tu dici poi che la nostra mascella si sposta lateralmente e basta, MA I PALEONTOLOGI SI SONO BASATI OLTRE CHE DAI DENTI ANCHE DALLA MASCELLA PER CAPIRE CHE i nostri primitivi erano Onnivori.

  10. spartaco innocenzispartaco innocenzi12-22-2011

    Non per niente la dieta maditerranea è stata riconosciuta dall’Unesco. Fate uso di pasta, riso, soprattutto legumi, verdura in quantità, frutta, uova, carni bianche e pesce azzurro che oltre a costare poco è una fonte di omega3. E’ ovvio che ogni tanto non si disdegna una bella bistecca e patate al forno. Personalmente non sono mai entrato da Mac Donald’s

  11. ValentinaValentina12-22-2011

    Ciao a tutti!
    Sono capitata qui per caso e questo intervento mi ha molto interessata!
    Soprattutto il discorso riguardante la carne: non ho mai amato mangiarla, ma a causa di una leggera anemia, soprattutto da piccola, mi hanno obbligata a farlo!

    Ora non mangio per nulla carne rossa nè uova, raramente latte e formaggi, raramente carne bianca, un poco più spesso il pesce.
    Il problema è che sono un po’ ignorantella in materia, come si fanno a sostituire le proteine animali? Solo coi legumi? Io soffro di colon irritabile, mangiare solo cereali sarebbe impossibile! Il seitan più di una volta a settimana non riesco a mangiarlo.
    Il punto è che vorrei davvero cercare di limitare a quasi zero le proteine animali, per questioni etiche, ambientali, di salute (documentandomi ho visto che sono spesso scadenti), solo che come si fa??

    E cosa significa acidificazione/alcalinizzazione portata dagli alimenti?

    Scusate se irrompo qui con tutta la mia disinformazione, navigherò nel vostro sito in cerca di risposte =)

    Buona giornata!

  12. ValentinaValentina12-22-2011

    Grazie, sei gentile!

  13. SabriSabri12-23-2011

    ps. i paleontologi ti han detto che l’uomo mangia carne in base allo studio dei denti RINVENUTI, dei vari tagli, del tipo di usura ecc. Ma non è detto che solo il lupo e l’orso possono esser onnivori perchè hanno i canini lunghi. Mentre l’uomo, pur avendoli lunghi rispetto agli altri denti, no. Tieni presente che ci sono moltissimi Erbivori, come Elefanti, ippopotami ecc che hanno canini lunghissimi ma non strappano la carne perchè erbivori appunto. GLi servono per difesa, per combattimento ecc. Ognuno ha affinato la tecnica fisica che ha potuto lungo il corso dei secoli per mangiare e per difendersi. L’australopiteco non era una scimmia e non era un uomo, fisicamente e mangiava frutta. Si è evoluta in poco piu di un milione e mezzo di anni. Ossia ha iniziato ad avere le sembianze dell’umano, braccia piu corte, cranio piu grande, viso ecc.. In 2 milioni cui anni, in cui l’uomo mangia carne, pensi non abbia evoluto il suo stomaco e intestino? Poi ripeto e qui concludo, che ben vengano vegani, abbiamo ridotto il mondo in una porcheria e se non cambiamo subito sarà peggio per tutti. Sono d’accordissima con tutti i punti del tuo articolo, tranne appunto la carne contronatura. ciao

    • antonioantonio12-23-2011

      Sabrina anche io condivido il tuo punto di vista. Tuttavia non sono io a dire che l’uomo è frugivoro. Per cominciare ti ringrazio per la cordialità e la correttezza che spesso in alcuni scambi su questi temi vengono a mancare. Questo è un bel traguardo. Hai per caso guardato il video citato sopra sull’anatomia comparata? Non voglio convincerti di nulla ma, insime, solo riflettere su come siamo fatti rispetto agli altri animali. Anche io ho analizzato a fondo la questione perchè come tutti non conoscevo questi argomenti. Per riassumere: PLACENTA: nei carnivori è zoniforme, negli erbivori e onnivori è non caduca, nell’uomo e nei frugivori è discoidale. ENZIMA URICASI NECESSARIO PER DIGERIRE LA CARNE SENZA EFFETTI COLLATERALI: presente solo nei carnivori e negli onnivori. L’uomo, i frugivori e gli erbivori non lo possiedono e infatti il sistema immunitario reagisce alla carne con la leucocitosi, cioè l’aumento dei globuli bianchi nel sangue. INTESTINO: nei carnivori lungo 4-5 volte il tronco, negli erbivori lungo fino a 20 volte, negli onnivori e l’uomo circa 10 volte. SALIVA E URINA: solo i carnivori e gli onnivori possiedono urina e saliva a reazione acida. L’uomo, i frugivori e gli erbivori hanno saliva e urina alcaline. Quindi da natura, anche se consideriamo che l’uomo si è evoluto rimane un frugivoro in quanto solo i vegetali, in particolare crudi, non alterano il ph sanguigno mentre i prodotti animali acidificano il sangue con le conseguenti patologie oggi diffuse come osteoporosi, artrite, diabete… sconoscuite presso le popolazioni che ancor oggi si nutrono prevalentemente di vegetali crudi. Guarda il video e fammi sapere. Grazie e a presto :-)

  14. SabriSabri12-23-2011

    Dopo guardo il video, ti ringrazio. Vorrei sapere, perchè dici “fruttariano”, io so che esistono erbivori, carnivori e onnivori.
    Altra domanda, perchè sai come la penso, e non trovo una risposta io che coincida con la tua, come mai moltissime scimmie, (ho visto un documentario un mesetto fa che ne parlava) come Alcune razze di scimpanzè, i cercopitechi, o i bonobi che sono le scimmie il cui patrimonio genetico si avvicina piu all’uomo (quasi il 97% se non ricordo male) sono ONNIVORI? Anche il comune scimpanzè oltre che mangiare frutta, non disdegna la carne. Insomma queste abitudini sono studiate e documentate, per cui reali… e visto che la scimmia è la nostra antenata..
    Altra cosa, l’orso bruno è onnivoro, ed ha un apparato digerente suo, l’orso POLARE è Carnivoro invece, per cui che succede…ha l’apparato diverso o uguale?
    anche tante specie di uccelli sono onnivore, come i corvi ad esempio, hanno lo stesso apparato degli orsi bruni? Ogni specie si è adattata lungo i secoli, anzi, le migliaia di anni, alla sopravvivenza. Il fisico è mutato, e si è adattato all’alimentazione, al clima, al freddo, al caldo, e in 2 milioni di anni in cui l’uomo ha cambiato volto, non ha cambiato fisicamente anche l’alimentazione e di conseguenza gli organi si sono adattati? Tra l’altro NON DIMENTICHIAMO sempre che esser onnivori è diverso da esser carnivori.

    COn la frutta e la verdura si riporta il ph ai giusti valori di alcalinità.

    Quindi l’alimentazione deve esser equilibrata apposta e non ABUSARE certo di carne.

    L’alimentazione di oggi è errata e ne pagheremo le conseguenze, chi non cura se stesso per lo meno.. Però per me, dire “sono vegano perchè è contro natura” mi sa cosi cosi… Io direi “sono vegana perchè amo gli animali, lo sono perchè gli allevamenti intensivi stanno distruggendo il pianeta, perchè il mangiar carne ai giorni di oggi è controproducente perchè è piena di ormoni e piena di OGM e fa male perchè la carne cotta fa piu male che bene” motivo pienamente soddisfacente… Grazie ancora per il riscontro

    • antonioantonio12-23-2011

      Allora è bene che tu guardi il video perchè lì troverai diverse risposte alle tue domande. Per la classificazione i carnivori e gli onnivori li possiamo mettere insieme, poi ci sono gli erbivori e poi i frugivori-fruttariani. Nel video capirai meglio perchè i biologi hanno fatto questa classificazione. Per le scimmie la maggior parte sono frugivore mentre altre sono più agressive, anche verso l’uomo, come lo scimpanze si nutre anche di carne. Se prendiamo il gorilla per esempio è 30 volte più forte di noi eppure è frugivoro. Il perchè alcune specie si spingano a mangiare carne non sò se è per motivi ambientali o bisognerebbe verificare se lo fanno anche fuori dalle riserve o per necessità. Ma, anche se esistesse una scimmia che mangia solo ed escusivamente carne questo non cambierebbe la nostra anatomia di frugivori (che trovi nel video linkato nei commenti sopra). Per l’orso polare andando in regione estreme mangia che ciò che trova. Non c’è molta scelta. Per l’uomo la verità è nel sangue e nel suo ph. Ci sono cibi che alterano il ph creando acidosi e altri che non lo alterano. Tutti i prodotti animali acidificano il sangue, quindi, in base a questo fatto provato anche scientificamente, l’uomo dovrebbe mangiare solo vegetali. L’assunzione di carne porta alla leucocitosi e acidosi e, il corpo, per sopravvivere attua dei meccanismi tampone prelevando l’osseina dalle ossa per riportare il ph a una situazione normale (e da qui ha origine l’osteoporosi).

      • SabriSabri12-24-2011

        ho dato un occhio ai video. RImane il fatto che con la frutta e la verdura cruda si alcalizza il ph comunque.
        Alcune razze di scimpanzè, gli oranghi, alcune razze di scimmie onnivore, non hanno l’uricasi neppur loro, come fanno allora? Il problema è il nostro che delle 5 porzioni tra frutta e verdura indicate al giorno, si è no si mangia una.
        Io non amo la carne, per me potrebbe non esistere che non mi manca, se la mangio è solo per il ferro, e a come ho letto ricerche fatte, il ferro della carne è piu assimilabile di quello vegetale, che è anche minore in quantità..solo quello.. io mi baso moltissimo guardando chi per istinto è campato prima di noi, ma non i nostri nonni, ma i nostri veri antenati di secoli fa, e li sbagli poco.. Ciao e grazie per la discussione :-D se vuoi seguirmi, io rispetto i pareri di tutti: https://www.facebook.com/AmareNoielAmbienteConsigliEco?ref=tn_tnmn

  15. MaurizioMaurizio12-24-2011

    Sui ristoranti, il discorso dell’olio è proprio il minimo, ne fanno ben di peggio basti pensare che su 100 ristoranti che i nas visitano mediamente in 75 trovano irregolarità.
    All’ultimo Sana di Bologna c’è stato un convegno organizzato dall’arma dei carabinieri molto edificante e chiarificatore. Nella migliore delle ipotesi si tratta di frode alimentare (come quando si dichiara fresca una cosa congelata, o locale una cosa acquistata a centinaia di chilometri di distanza, o biologica una cosa che non lo è), ma da qui all’avvelenamento il passe è breve. Peccato che fra i presenti c’erano solo addetti ai lavori e non utenti.
    Specie negli ultimi 10-15 anni la qualità del cibo servito dai ristoranti è scaduta verticalmente di pari passo con le tecniche per conservare i cibi, riscaldarli ecc. Ci sono ristoranti che preparano tutto una volta la settimana (durante il giorno di chiusura) e poi te lo sciorinano giorno per giorno.
    Anche solo 15 anni fa ciò non era possibile perchè mancavano le tecnologie. Oltre a questo i ristoranti sono pure aumentati di prezzo con il cambio dell’euro a 1000 lire.
    Alti prezzi, bassissima qualità, questo è quello che ci aspetta.
    L’olio è solo un piccolo particolare in un problema molto più generalizzato e grave. Se non credete a me chiedetelo ai NAS quei galantuomini carabinieri che tutelano la nostra salute.
    I cittadini nemmeno sanno che se un ristoratore dichiare che una cosa è biologica e non lo è, oppure che è fresca e invece è surgelata, o ha subito un trattamento termico a bassa temperatura, commette una frode che è un reato penale punibile con il carcere.

  16. SilviaSilvia12-27-2011

    Mangiare semi e cereali?! E basta??! Seriously? Per favore, l’ equilibrio sta nel mangiare di tutto, carne e dolci compresi. Mangiare un hamburger e un piatto di patatine fritte ogni tanto é una gioia. Godetevi un po’ le cose belle della vita. Oltre alla salute del corpo, c’é quella della mente, e una fetta di torta mangiata in compagnia fa solo bene allo spirito. Godetevi un po’ la vita.

    • antonioantonio12-28-2011

      Sinceramente non ho capito la finalità di questo intervento considerando l’argomento del post che si sofferma sui cibi dannosi per la nostra salute. Non ho scritto di mangiare semi e cereali. Per quanto riguarda l’equilibrio se dopo aver approfondito dal punto di vista biologico-anatomico la natura umana e dei mammferi, aver studiato a fondo il meccanismo dell’ acidosi del sangue, la causa (fisica e simbolica) delle malattie oggi molto diffuse, aver studiato antropologicamente la storia dell’uomo e la sua alimentazione, come quella degli spartani, di Ippocrate, Galeno, Socrate, Pitagora, Leonardo, Rudolf Steiner, ecc.., analizzato le ricerche e le osservazioni di Shelton, Trall, Erhet, Simonenton, Proietti, Kevran, Kautchakoff, Walker, Campbell ecc.., sei ancorai convinta che ciò che hai descritto è vivere in equilibrio non mi resta che augurarti una buona e serena vita. Oggi è importante per tutti noi non entrare in reazione e allargare i nostri orizzonti perchè dietro ciò che ci dà fastidio ci può essere un briciolo di verità. Antonio

  17. SilviaSilvia01-15-2012

    Sinceramente preferisco andare a mangiarmi una fetta di torta.

  18. isabellaisabella02-05-2012

    io , condivido il pensiero di tutti ..vegetariani e non perche sono scelte personali..anche se a primo impatto i vegetariani mi sembrano come quei religiosi che vogliono ad ogni costo convertirti per assicurarti un posto in paradiso.. Ma voi davvero credete che vivrete piu degli altri?

    • antonioantonio02-07-2012

      Non credo che nessuno su questo blog si sia dichiarato onnipotente e immortale vegetariano. La malattia non è solo dovuta a cause alimentari. Posso solo scriverti che non si tratta di convertire nessuno. Ognuno è libero di fare quello che vuole. Quindi il problemma della conversione non c’è.

  19. SalvioSalvio03-18-2012

    Quante imprecisioni leggo su sto blog.

    In primis, noi usiamo il fuoco da due milioni di anni e in secundis cacciamo e ci alimentiamo di carne dallo stesso tempo.

    Usiamo le granaglie e i latticini da circa 10.000 anni.

    Le diete del paleolitico erano di fatto carnivore e coloro vissuti in quel’epoca d’oro erano alti e possenti:

    Con l’avvento delle granaglie,specialmente quelle ricche in glutine, si è avuta la decadenza umana sotto ogni punto.

    Le carie infatto so comparse nel neolitico, prima erano quasi sconosciute.

    Leggere questo per capire:

    http://www.beniculturali.it/mibac/multimedia/MiBAC/minisiti/alimentazione/sezioni/origini/articoli/preistoria.html

    Antonio, non ti offendere, ma non puoi convertire nessuno, infatti le tue argomentazioni sono debolissime.

    Spesso chi è affetto da deficit surrenale, perde il contatto con la realtà e guarda caso non potendo suupportare un metabolismo lipidico e proteico tende a divenire vegetariano o peggio vegano.

    Lucio Dalla e Steve Jobs erano vegani convinti eppure non mi pare abbiano fatto una bella fine.

    Dei cereali si salva solo il riso, ma solo se mangiato raramente e ben condito per abbassarne l’indice glicemico e mai mangiato integrale senza averlo germogliato, vistoc he contiene numerosi inibitori di crescita e assimilazione proteica.

    I latticini poi se non sono fermentati a dovere e usati poco, so pericolosi, visto che le proteine del latte al pari del glutine creano dipendenza nell’uomo comportandosi da oppiacei.

    La dieta naturale dell’uomo è: Frutta, verdura e tanta ma tanta carne, il resto so stupidaggini mai dimostrate scientificamente.

    • antonioantonio03-19-2012

      Ciao Salvio, comprendo il tuo punto di vista, comunque le prove scientifiche che richiedi le trovi in diversi testi primo fra tutti nel bestseller mondiale The China Study del dott. Campbell. Serena lettura. Antonio

  20. costanzacostanza12-23-2012

    salve a tutti… vorrei raccontarvi di me… vegetariana non da molto… per scelta. Mamma di 3 bimbi… e figlia di macellai da 3 generazioni, da quando non sono stata bene tanti anni fa’ ho scoperto l’immondizia che contiene la carne e tutti i prodotti industriali… produco in casa tutto, biscotti torte pasta pane, mi sono spostata dal centro di roma in estrema periferia per poter avere un orto e coltivare da sola assolutamente bio, compro quello che non posso coltivare (olio evo frutta verdure e farine) nei gruppi gas, a km 0, cerco quanto posso di nutrire la mia famiglia con prodotti non dannosi per il nostro corpo, la scelta di diventare vegetariana e’ stato un cammino dettato da piu’ fattori… innanzi tutto la carne e’ tossica oramai perche’ inquinata da troppe zozzerie che vengono somministrate agli animali per fargli produrre piu’ latte e farli crescere piu’ rapidamente per poterli macellare e vendere (dio danaro)… sapevate quale e’ la cosa che inquina di piu’ in assoluto? Il gas prodotto dalla pupu’ degli animali… nei prodotti confezionati non avete idea delle immondizie che ci sono… provate a leggere l’etichetta (sempre se trovate quelle veritiere), i pesci con l’inquinamento contengono piu’ mercurio e derivati cancerogeni di quanto possiate minimamente immaginare… le verdure che compriamo sono coltivate vicino ad autostrade e fabbriche (lasciamo perdere che cosa contengono… avoia a lavarle)…. e poi… non riesco a mangiare un animale che oramai considero mio fratello… insomma scelta obbligata il diventare vegetariana non perche’ fa’ figo… ma perche’ vi assicuro, sempre secondo me e la mia esperienza… si vive di piu’ se ci si nutre in maniera sana… il corpo e’ una macchina perfetta… se il carburante che ci metti non va’ bene prima o poi si rompe… ed iniziano le malattie…. mio contributo….grazie Costanza

    • antonioantonio01-07-2013

      Grazie Costanza per questa esaustiva testimonianza e complimenti per esserti messa in discussione e informata sulla tante verità ancora poco diffuse sul tema alimentare. Serena giornata, Antonio

  21. laralara07-17-2013

    Ciao a tutti, avevo 17 anni quando ho smesso di mangiare carne, ora ne ho 33 e sono vegan da 5 anni e oltre. Tendo al crudismo e non sono mai stata così in forma, nonostante allatti ancora la mia seconda bimba che ha quasi 14 mesi.
    Mi sento in pace col mondo, coerente e determinata al massimo ad insegnare alla mia famiglia ciò che ho imparato in questi anni.
    Il futuro dei nostri figli dipende da noi!
    Giudicavo il veganismo una alimentazione eccessiva, estrema. Non è così.
    Per chi non è vegetariano, non occludetevi ad ampliare le vostre conoscenze. Apritevi, e poi decidete cosa fare.
    Per me, il mangiare animali, contribuire alla loro sofferenza, divorare il mondo e affamarne metà, questo si che è estremo.
    Saluti a tutti!!!

    • robertaroberta07-18-2013

      Grazie Lara per questa tua testimonianza. Grazie perchè spesso molte donne vegetariane o vegane, una volta mamme, preferiscono tornare ad utilizzare prodotti animali (per timore di carenze nutrizionali per il bambino) a causa di una mancata informazione adeguata che non le raggiunge e a causa di un mancato appoggio da chi magari ci è già passato. Invece tu, come anche altre sempre più numerose donne, ci mostri che questa via è possibile e che, se sentita profondamente, non mostra alcun intoppo! Un abbraccio, Roberta

  22. laralara07-18-2013

    Ciao Roberta, grazie a voi invece per il vostro lavoro impagabile di informazione.
    Su me stessa, posso dire che sono andata avanti e che è impossibile tornare indietro, purtroppo la mia bimba grande di tre anni non mi segue, a frutta e verdure ci siamo poco, nonostante abbia l’esempio sia in casa (il babbo si è convertito da poco a consumare più vegetali, ma nei geni mantiene l’amore per la pasta e i farinacei in genere, e così sembra fare lei) sia dai nonni..
    spero che col tempo ci segua!!!
    se non altro non ha mai consumato carne e pesce,niente uova, non è vaccinata, nella sua vita ha preso tre tachipirine e basta..mah, speriamo che migliori di qui in poi sul piano alimentare!!!
    La piccola boh..per il momento è ancora vegan e speriamo in bene :-)
    consigli?
    ciao, e ancora complimenti!

    • robertaroberta07-22-2013

      Ciao Lara, sicuramente il tuo impegno sarà premiato!… Una riflessione che posso suggerirti è se per caso potrebbero esserci dei motivi, anche piccoli e apparentemente futili, per cui ogni tanto la tua primogenita potrebbe essere un pochino “arrabbiata” con te o potrebbe cercare un tentativo per attirare la tua attenzione, magari proprio facendoti “preoccupare” per i suoi gusti alimentari? (credo più in questa seconda ipotesi…). Ma sono solo piccoli spunti di riflessione se il vostro esempio persiste, unito all’armonia familiare non potranno che seguire ottimi risultati! Un abbraccio, Roberta

  23. laralara07-22-2013

    Ciao Roberta!e grazie per la risposta.
    io credo proprio che non le piacciano, ma non so..è anche vero che potrebbe essere gelosa della sorellina, ma boh!!!
    ad ogni modo io non dò mai peso se non mangia, non la costringo, anzi!
    staremo a vedere..grazie mille ;-)

  24. claraclara01-27-2014

    salve, dopo aver letto tutti i post ho deciso di scrivere un breve riassunto della mia scelta.
    sono da sempre onnivora, come si dice oggi, figlia di contadini che nonostante si siano spostati in città hanno mantenuto una alimentazione rurale, non mi sono mai fatta problemi a mangiare carne latticini ecc. perchè consideravo l’alimentazione animale x l’uomo naturale e necessaria. Sposatami però, ho iniziato a mangiare più di gusto che in modo equilibrato, diminuendo l’apporto di vegetali e aumentando le farine e le carni. oltre a ciò anche la mia famiglia di acquisizione ha contribuito a ciò con le loro abitudini alimentari. in 15 anni sono passata da 68 kg a 125 !!!
    ho tentato di tutto per tornare a un peso non dico ideale, ma almeno non patologico.
    riuscivo a perdere peso solo eliminando quasi tutto, ma inevitabilmente come riprendevo a mangiare un po’ di più riprendevo tutti i kg persi. specialmente, per ciò che sapevo sul cibo, eliminavo zuccheri e carboidrati e aumentavo le proteine animali !
    poi mia sorella è diventata vegana, o perlomeno ci sta provando, piano piano. a volte è impossibile se si lavora fuori tutto il giorno. io però non ero daccordo con le sue idee animaliste
    alla fine però ho cominciato a peggiorare sempre di più: anemia da emorroidi sanguinanti, difficoltà a fare 50 mt !!! facevo fatica a fare ogni minima cosa ed ero sempre stanca, l’addome dolorante e tanti altri disturbi anche di natura psichica come depressione e sbalzi di umore.
    alla fine nelle mie ricerche ho scoperto il dottor ehret e la sua dieta senza muco e il The china study. mi si è aperto un mondo ! ho capito che ero intossicata e costipata da tutto il cibo raffinato e carneo che ingoiavo da mattina a sera. lo zucchero e le altre sostanze tossiche agivano come una droga su di me tanto è vero che mi è stata diagnosticato anche un disturbo da alimentazione incontrollata.
    dal 7 gennaio ho eliminato tutto e non solo sono diventata vegan-crudista ma sono propensa a raggiungere il fruttarianesimo puro.
    da allora sono rinata: tutti i disturbi e le patologie di cui soffrivo sono scomparse ! tutti !! persino i disturbi di natura umorale e compulsivi. il mio corpo si sta sgonfiando lentamente da solo e ho già perso 6 kg ma non mi importa più di tanto, lo dico solo per informazione. so che alimentandomi in modo sano lentamente e in modo naturale tornerò ad un peso ideale. mi muovo di più e posso camminare anche per mezzo km senza problemi, se penso che non riuscivo a fare 50 passi fino a 3 settimane fa !!
    tutte queste discussioni sul fatto che sia naturale o no mangiare carne e derivati animali per l’uomo lo trovo davvero inutile: per capire se è vero o no bisogna fare la prova.
    dimenticavo di dire che non ho mai fumato e ho eliminato anche caffè té zucchero di barbabietola raffinato e tutti i cibi cotti nel limite del possibile. per farvi capire che non sto mentendo, proprio ieri, uscendo con la famiglia, non ho voluto fare la menagrama e ho mangiato quasi normale, compreso una fetta di torta alla ricotta. ebbene in serata ho avuto diverse scariche diarroiche, segno evidente che gli intestini si stavano sforzando di espellere al più presto i veleni ingeriti, e sono tornate le emorroidi subito sanguinanti !!! se questo non è un ottimo motivo x mangiare solo frutta e verdura cruda, non so quale altro lo sia. sto evitando il diabete e le malattie cardiache, i tumori e tutti gli acciacchi legati al cibo.
    io sono felice ora, serena, piena di energia e di voglia di vivere …
    auguri a tutti x un felice risveglio !!

    • antonioantonio02-17-2014

      Clara, la tua testimonianza dimostra che con le corrette informazioni si possono ottenere risultati meravigliosi! ;-)

  25. claraclara01-27-2014

    ops !! intendevo in modo squilibrato !!! chiedo scusa

Commenta